12
ottobre

Privacy e GDPR. Prudenza di ANTLO premiata alla luce degli ultimi sviluppi

L’atteggiamento prudente di ANTLO rispetto agli adempimenti sul nuovo regolamento privacy si è rivelato saggio alla luce di quanto sta emergendo negli ultimi chiarimenti da parte del Garante, che lo scorso 8 ottobre ha pubblicato le istruzioni sul sito: https://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/9047529.

Esprimiamo quindi soddisfazione per non aver creato inutili allarmismi intorno alla questione,invitando quanti ci chiedevano cosa fare ad attendere il decreto attuativo Italia, e quindi che venissero promosse modalità semplificate di adempimento degli obblighi del titolare del trattamento.

Premesso ciò, vi informiamo che il primo obbligo riguarda la redazione del registro attività, come si legge nella nota emanata dal Garante Privacy:

“Alla luce di quanto detto sopra, sono tenuti all’obbligo di redazione del registro, ad esempio:

- esercizi commerciali, esercizi pubblici o artigiani con almeno un dipendente (bar, ristoranti, officine, negozi, piccola distribuzione, ecc.) e/o che trattino dati sanitari dei clienti (es. parrucchieri, estetisti, ottici, odontotecnici, tatuatori ecc.);”

Restano inoltre obbligatorie le autorizzazioni al trattamento dei dati per i clienti e per i dipendenti.

Ricordiamo infine che il Garante Privacy da qui a 6 mesi potrà fornire ulteriori chiarimenti sulla questione , quindi non si esclude che ci possano essere altre novità.

Lo stesso atteggiamento di prudenza sarà adottato da ANTLO con riferimento all’obbligo di fatturazione elettronica, di cui a breve provvederemo a fornire utili indicazioni.

 

le aziende comunicano

editoria

area soci

Registrati
Hai dimenticato la password? Reimpostala