23
novembre

Normative: rigore, competenza e generosità il plus ANTLO

Dopo l’iniziale comprensibile fase di tempesta emozionale e di smarrimento conseguente all’improvvisa scomparsa di Dino Malfi, è subentrato un indicibile, smisurato impegno ad onorarne la memoria attivando, senza sconto alcuno, il suo insegnamento.

ANTLO continuerà, al più alto livello possibile, ad attuare il programma stabilito con Dino Malfi sul Regolamento UE non solo in ordine alla prosecuzione della campagna di info/formazione ma anche sulle altre iniziative già “cantierizzate”.

Rigore, competenza e generosità erano i riconosciuti assi cui Dino ha informato da sempre la sua attività che lo ha portato ad essere il maggior riconosciuto esperto italiano sulle normative sui dispositivi medici.

Non una imbarazzante autocertificazione, quante ne andiamo leggendo in questi giorni, ma un trentennale riconoscimento di autorevolezza.

Dino ci spiegava che le Associazioni hanno un elevato plus di responsabilità nei confronti dei propri Soci e di quanti seguono le loro indicazioni sulle normative rispetto ai tanti privati che più o meno degnamente si autoassegnano la qualifica di esperti per “vendere corsi”.

Alla Associazione è fatto divieto di sbagliare nel dare indicazioni perché le conseguenze sarebbero nefaste sui propri Soci e quindi sull’Associazione stessa, perché gli uni e l’altra sono la stessa cosa.

Chi vende corsi può permettersi più libertà, meno rigore, scarsa competenza perché non è la “stessa cosa”dei corsisti.

E solo in questa ottica e chiave di lettura riusciamo a leggere quanto circola in materia.

Lo stesso rigore, la stessa competenza e la stessa generosità con le quali abbiamo rinsaldato e sviluppato i rapporti istituzionali al più alto livello attraverso i quali siamo certi di conseguire un duplice, unico obiettivo: onorare al meglio la memoria di Dino, offrire al più alto livello e gratuitamente il miglior servizio di consulenza, assistenza e tutela ai Soci ANTLO.

In questo mese trascorso da quel maledetto 23 ottobre, non siamo stati con le mani in mano. È stato individuato in Vito Palmiotti, già peraltro indicato da Dino come suo erede, il responsabile del settore normative.

Vito Palmiotti sarà sostenuto da un gruppo di lavoro tanto snello, quanto efficiente, competente ed autorevole già designato.

Definiti gli ultimi dettagli, pubblicheremo a breve il programma di lavoro e di iniziative che riserverà non poche sorprese.

Rigore, competenza e generosità, il rinnovato “plus” ANTLO. 

 

le aziende comunicano

editoria

area soci

Registrati
Hai dimenticato la password? Reimpostala