13
febbraio

Lutto per gli Odontotecnici Italiani

Apprendiamo la notizia di una grande perdita per l'ambito odontotecnico, con la scomparsa del Prof. Francesco Simionato.

Il presidente Maculan lo ricorda come un "maestro", un "professore", un punto di riferimento per la tecnologia dei materiali dentali. Una grande persona, rispettata e da rispettare, di gradissima umanità e passione per il suo lavoro. Un grande onore per ANTLO averlo ospitato in alcuni congressi e aver potuto aprezzare la dedizione volta alla professione odontotecnica.

Anche il tesoriere Nazionale ANTLO Innocente Pozzan lo ricorda con un breve pensiero: "Io insieme a Ruggero Nanto, Aldo Zilio e altri odontotecnici siamo stati suoi allievi presso l'istituto di Mestrino (PD). Lo ricordiamo come un grande uomo anche se di fatto una persona semplice. Tanto era grande la sua passione per l'insegnamento, quanto smisurata la sua conoscenza della materia che insegnava, cioè la tecnologia dei materiali".      

Qualche parola anche da parte del Presidente Territoriale ANTLO Veneto Ruggero Nanto: "il Prof.Simionato, a pieno titolo un gentiluomo, una figura emblematica e parte della storia dell’odontotecnica Italiana. Salutandoci ha regalato a tutti noi un patrimonio inestimabile, nel nostro intelletto ,nella nostra mente ma soprattutto nei nostri cuori. Un patrimonio che abbiamo il dovere di mantenere,il dovere di saperlo valorizzare ma soprattutto il dovere di non scordare".

Fabio Fantozzi, Responsabile Marketing ANTLO, non è stato alunno del Prof Simionato anche se ha comunque studiato sul testo da lui scritto. Ha potuto collaborare con lui su alcuni progetti: " lo ricorderò come un uomo cordiale, disponibile e gentile. Era un gran conoscitore di materiali dentali ed un vero appassionato delle novità proprio come un bambino curioso. Un uomo saggio e colmo di conoscenza come pochi."

Lo vogliamo ricordare riportando una frase significativa tratta dai ringraziamenti in calce al testo scolastico da lui scritto: "Un particolare ringraziamento ai miei allievi, passati e presenti, che con il loro costante interesse mi hanno incoraggiato nella preparazione di questo testo e della cui stima ed amicizia mi onoro".

 

 

 

le aziende comunicano

editoria

area soci

Registrati
Hai dimenticato la password? Reimpostala