14
novembre

Grande conferma per l'ultimo evento dell'anno targato ANTLO Veneto

Puntuale come sempre, sul finire dell’anno, presso la sala meeting di Villa Fiorita a Monastier di Treviso, si è svolto l’ultimo evento di casa ANTLO, il  31° Congresso regionale ANTLO Veneto.

Il sabato mattina, in una sala gremita, sono iniziati i lavori congressuali. Il Presidente Territoriale ANTLO Veneto Massimo Maculan ha aperto i lavori, chiamando sul palco  il Presidente Nazionale Mauro Marin ed il Segretario Culturale Francesco Ferretti, che insieme hanno dato il benvenuto ai colleghi presenti, presentando i programmi 2018, e ricordando la “mission” fondamentale dell’associazione nell’ambito della formazione, con occhio particolarmente attento all’impegno ANTLO nella difesa della categoria, dello spazio professionale e della prestazione dei servizi ai soci, il tutto ricompreso in una unica tessera.

 

Molto apprezzati gli interventi istituzionali del Vice Presidente della Regione del Veneto e Assessore al bilancio On. Gianluca Forcolin e dell' On. Marco Rondini, parlamentare e componente della Commissione Affari Sociali, socio ANTLO.

“Nel primo intervento” cita il presidente ANTLO Veneto Massimo Maculan ”sono stati dibattuti sostanzialmente i punti salienti della piattaforma sindacale ANTLO, punti peraltro già da me presentati nella relazione al Convegno ANTLO tenuto presso l’auditorium del Ministero della Salute in aprile 2016 ed in particolare il riferimento fatto all’accesso alle cure dei pazienti odontoiatrici”

L’incontro è poi proseguito con un breve incontro dove si sono consolidati i rapporti tra l’associazione e l’amministrazione regionale con l’impegno di una fattiva collaborazione.

“Nel secondo intervento, quello dell’On. Rondini” prosegue Maculan “Marco ha portato a conoscenza la platea di quanto presentato come emendamento -trasformato poi in odg- al DDL Lorenzin perché, dal suddetto DDL e le modifiche peggiorative dell’iter, si possa uscire impegnando il governo a non ripartire dal punto zero per il percorso di riconoscimento professionale dopo tanti anni e tanto lavoro”.

Il passaggio sul profilo ASO da parte del Segretario Nazionale SIASO Fulvia Magenga ha sottolineato, durante i saluti, l’impegno della Lombardia e del Veneto per la figura di assistente con specifica attività formativa, e anche l’imminente discussione in conferenza stato-regione del loro profilo.

“Toccante, e non credo soltanto da parte mia” per Ruggero Nanto il momento in ricordo di Dino Malfi “Ricorderò sempre con emozione il grande applauso della sala dopo il video che ANTLO Veneto ha voluto dedicare, ripercorrendo con le immagini i suoi ultimi interventi sul palco, al nostro massimo esperto di normative che il mese scorso è venuto a mancare improvvisamente. È anche grazie a lui” ha proseguito il vicepresidente Veneto “che il nuovo regolamento europeo porta con sé, senza schieramenti sindacali o bandiere di genere, importanti specifiche per il mondo odontotecnico.

I lavori hanno avuto inizio, a seguire, non solo nella sala congiunta ma, in parallelo, nelle due sale dei congressi OrthoANTLOVeneto e SIASO.

“Bello essere tornato... bello essere tornato in ANTLO e in un gruppo così coeso” afferma il responsabile culturale Veneto Diego Gerbo “É stato facile, la macchina organizzativa é stata perfetta, e questo per merito delle nostre meravigliose segretarie e del gruppo di lavoro con cui ho collaborato e che non finirò mai di ringraziare. Una giornata congressuale di alto spessore con relazioni sullo stato dell’arte nelle varie tipologie di protesi e metodica, di grande interesse generale”.

Durante i Tavoli Tecnici del venerdì pomeriggio, i partecipanti hanno potuto confrontarsi non solo con le 6 aziende che li hanno generati, ma anche direttamente con gli altri colleghi seduti attorno al tavolo. “C’è nei tavoli la possibilità di scambiare opinioni, domande e consigli tecnico-pratici sulle scelte nella quotidianità odontotecnica senza l’imbarazzo della grande sala, ponendo domande ed interagendo con i relatori per un'ora, vedendo tecniche e materiali. Una bellissima  esperienza, si é parlato senza preamboli, centrando subito gli argomenti, tutto veramente molto costruttivo”.

A incorniciare i momenti di pausa del congresso abbiamo avuto a disposizione una mostra merceologica animata dalle aziende che continuano a credere in ANTLO e nella professione odontotecnica” ha affermato Enrico Vallarsa in qualità di responsabile marketing Veneto “Un’esposizione che è stata curata al meglio per permettere un momento di incontro e di dialogo tra le aziende e i loro clienti. Sono certo che senza il loro supporto non sarebbe stato possibile il risultato ottenuto a Monastier”.

Rubiamo ad Antonio Bozzo, che ha accompagnato Emanuela Gentilin per tutta la giornata sul palco in qualità di presidente del congresso, una battuta a fine giornata: “Un grazie doveroso a tutti coloro che hanno lavorato fuori dalle luci del palco per costruire un evento che, come tutti gli eventi ANTLO, è momento di crescita professionale, di cultura, ma anche di amicizia. Ringrazio chi mi ha dato l’opportunità di presiedere un evento così straordinariamente importante per la nostra regione e per l’odontotecnica, non solo veneta, come testimoniano i molti colleghi arrivati da tutta Italia”.

Un pensiero ed un grazie all’amico Fabio Fantozzi per orthoANTLOVeneto che, dai suoi albori, ne segue l’organizzazione e il programma annuale, oltre che alle anime della organizzazione logistica del congresso: Paola Casarotto in primis, che dalla segreteria segue in diretta la formazione e la crescita dell’evento, e poi Claudio D’Antoni e Mauro Pillon, ai quali spesso tocca sopportare le tensioni immancabili in un evento. Con questi ultimi si completa una squadra che ha saputo rinnovare, mantenendo la tradizione, l’evento clou del nordest odontotecnico di fine anno. L’appuntamento dunque è per  il 9 e 10 novembre 2018, sempre  a Monastier, come si può vedere sullo sfondo della foto finale di gruppo.

le aziende comunicano

editoria

area soci

Registrati
Hai dimenticato la password? Reimpostala