20
dicembre

ANTLO subisce minacce hacker

In occasione del mese della cybersecurity, Check Point Research, divisione Threat Intelligence di Check Point, tra i principali fornitori di soluzioni di cybersecurity a livello globale, annuncia che nel 2021, in tutto il mondo, gli attacchi informatici verso le aziende sono cresciuti del 40%, a settimana rispetto al 2020.

Gli hacker non hanno risparmiato nemmeno l’Italia che, fino a questo momento, ha visto crescere la percentuale di cyberattacchi verso le organizzazioni del 36%, rispetto al 2020 – settimanalmente le aziende italiane subiscono mediamente 903 attacchi informatici.

Come in tutti i Paesi, il ransomware è stato la forma di attacco più utilizzata e, in Italia, la percentuale di organizzazioni colpite da ransomware ogni settimana nel 2021, è del 1.9%.

Con la parola ransomware viene indicata una classe di malware che rende inaccessibili i dati dei computer infettati e chiede il pagamento di un riscatto, in inglese ransom, per ripristinarli. Tecnicamente sono trojan horse crittografici e hanno come unico scopo l’estorsione di denaro, attraverso un “sequestro di file”, attraverso la cifratura che, in pratica, li rende inutilizzabili.

ANTLO in seguito alla crisi pandemica ha dovuto obbligatoriamente implementare le attività sul web e sui maggiori social network determinando una crescita esponenziale in termini di seguito.

Tutto ciò ha causato negli ultimi mesi diversi attacchi hacker, a seguito dei quali abbiamo immediatamente messo in atto tutte le contromisure atte a poter schivare questi attacchi. Nonostante  però l'innalzamento delle dotazioni di sicurezza, registriamo a tutt'oggi il non controllo di una sola pagina social, per cui sono state introdotte nuove modalità di autenticazione ed è stata inoltrata comunicazione al gestore del servizio.

Ad ora la pagina non è stata né oscurata, né sono state postati contenuti difformi alle nostre attività, qualora dovesse succedere ne daremo avviso tempestivamente.

Nonostante questi tentativi, ANTLO continua incessante le proprie attività sia sulla piattaforma web che viene utilizzata per eventi destinati ai propri associati che sui canali social sui quali abbiamo account istituzionale e più precisamente Facebook, Instagram e Twitter.

 

 

 

Computer foto creata da rawpixel.com - it.freepik.com</a>

le aziende comunicano

editoria

area soci

Registrati
Hai dimenticato la password? Reimpostala