13
novembre

ANTLO Challenge 2020. Un successo oltre ogni aspettativa

Quattro date, sedici concorrenti, quattro vincitori, quattro giudici, cinquantamila utenti raggiunti, dodicimila visualizzazioni. Sono questi alcuni dei numeri che hanno caratterizzato l’evento ANTLO Challenge 2020, numeri davvero eloquenti, che non solo certificano in maniera concreta l’ottima riuscita dell’iniziativa, ma dimostrano anche che la strada intrapresa è quella giusta: unire il reale e il virtuale, far vivere diversamente nuovi spazi adeguandosi ai cambiamenti imposti dalla pandemia.

Giovedì 12 novembre l’ultima sfida, che ha avuto come tema la protesi mobile e che ha visto la partecipazione di quattro validissimi colleghi: Antonello Croce, Vittorio Capezzuto, Giuseppe Spessi e Francesco Leonardi, quest’ultimo risultato vincitore. Il leit motiv che ha caratterizzato le quattro conferenze, come hanno sottolineato gli stessi giudici, dimostrando particolare apprezzamento, è stata la funzionalità, che risulta essere di fondamentale importanza non solo per garantire un risultato estetico ottimale, ma anche e soprattutto per riprodurre nel modo più fedele possibile i tessuti naturali e riabilitare le funzioni orali del paziente.

L’emozione, come per le altre sessioni, l’ha fatta da padrone, accompagnata stavolta da un pizzico di malinconia, perché – diciamolo - mancherà un po' a tutti l’appuntamento fisso del giovedì. Mancheranno la simpatia, la schiettezza e la fluente loquacità di Michele Di Maio, mancheranno i volti attenti e concentrati dei giudici durante la diretta, mancheranno anche i momenti di tensione vissuti nel backstage, per cercare di far fronte agli inconvenienti tecnici che inevitabilmente si presentavano.

Per tutto questo, per le belle emozioni vissute e trasmesse, ringraziamo ancora una volta chi si è messo in gioco, chi ci ha sostenuto ed incoraggiato, e per ultimo, ma non meno importante, il nostro Partner Vita, che ha creduto fin da subito nel progetto.

Forti degli straordinari risultati ottenuti, continueremo a proporre iniziative utilizzando questa modalità tanto smart quanto innovativa, con la speranza che ben presto tali attività non siano più esclusive, ma diventino solo complementari a ciò che è più congeniale ad ANTLO, ossia creare occasioni di formazione e crescita attraverso l’incontro e la socialità nel senso più tradizionale del termine.

le aziende comunicano

editoria

area soci

Registrati
Hai dimenticato la password? Reimpostala